A GIACOMO SOTGIU

 

Il niente e il poco

conoscono

il destino dell’oblio.

Se muori con la morte

sarà

di te

solo un nome e una data

e qualche fiore sbiadito

assetato di luce.

Tu con le unghie

hai tracciato il tuo solco.

L’aratro non l’avevi

e la pioggia

avara

taceva al tuo richiamo.

Tu…

hai tracciato

il tuo solco con le unghie.

Ed hai lasciato

l’alito

nei chiodi contorti

di un Cristo che respira…